Brufoli e acne in gravidanza e allattamento: cause e rimedi.

person Pubblicato da: Luxury kids list In: Neonati Data:

Brufoli e acne in gravidanza e allattamento:cause e rimedi.

La comparsa di brufoli in gravidanza è un fenomeno molto diffuso.
Sono molte, infatti, le gestanti nelle quali si assiste alla comparsa di questi fastidiosi "inestetismi" che, spesso e volentieri, sfociano in una vera e propria acne.In un certo senso, i brufoli in gravidanza sono considerati come una manifestazione normale che si verifica a causa dei cambiamenti che avvengono nel corpo della gestante durante questo particolare periodo.
Tuttavia, il trattamento dei brufoli in gravidanza, soprattutto quando la manifestazione è particolarmente diffusa e grave, potrebbe risultare difficoltoso. Questo perché, nella prescrizione di eventuali terapie o trattamenti è indispensabile tenere conto del rapporto esistente fra i potenziali rischi per il nascituro e i benefici attesi per la madre.  Pertanto, prima di intraprendere qualsiasi tipo di trattamento in caso di brufoli in gravidanza, è necessario rivolgersi al proprio medico.

Cosa sono i Brufoli in Gravidanza?

I brufoli in gravidanza sono un disturbo considerato del tutto normale in questa particolare fase della vita di una donna. Tuttavia, questo non significa che i brufoli debbano comparire in ogni gestante.
Le più fortunate, infatti, durante la gravidanza possiedono una pelle radiosa e pressoché perfetta, ma naturalmente, il corpo di ogni donna reagisce in maniera unica ai cambiamenti che tipicamente si verificano in questo periodo.

Quando si Manifestano i Brufoli in Gravidanza?

Generalmente, i brufoli in gravidanza compaiono nel primo trimestre per poi regredire spontaneamente intorno al quarto o quinto mese. In alcuni casi possono scomparire solo dopo la nascita del bambino; mentre in altri casi ancora possono regredire nel secondo trimestre per poi ripresentarsi poco dopo il parto, in forma più o meno severa. Anche in questo caso, perciò, vi è una grande variabilità da donna a donna.

Come si Manifestano i Brufoli in Gravidanza?

I brufoli in gravidanza possono manifestarsi in diversi modi, dalle forme più lievi alle vere e proprie forme acneiche che creano notevole disagio alla gestante.I brufoli possono manifestarsi sia come lesioni solide e arrossate (papule), sia come lesioni contenenti pus (pustole) che come comedoni. Il tipo, il numero e le dimensioni dei brufoli che si formano durante la gravidanza possono variare da persona a persona. Allo stesso modo, anche gli eventuali sintomi associati a questo disturbo possono manifestarsi con diversa intensità in ciascuna gestante.

Dove si Manifestano i Brufoli in Gravidanza?

I brufoli in gravidanza possono manifestarsi in diversi distretti. Il sito su cui preferenzialmente compaiono è il viso, ma non è detto che essi si sviluppino in maniera omogenea. Generalmente, infatti, i brufoli in gravidanza tendono a concentrarsi su naso, mento e guance e, talvolta, possono estendersi fino al collo.Altre aree che possono essere interessate dalla comparsa del disturbo durante la gestazione sono la schiena e la parte superiore delle braccia.

Cause della Formazione dei Brufoli in Gravidanza

La principale causa dei brufoli in gravidanza è da ricercare nei cambiamenti ormonali che normalmente si verificano all'interno del corpo della gravida.
Non a caso, la comparsa di questo disturbo avviene solitamente nel primo trimestre, periodo in cui si hanno alterazioni notevoli delle concentrazioni di ormoni rispetto ai livelli normali. Alterazioni che, a loro volta, stimolano l'attività delle ghiandole sebacee con conseguente aumento della produzione di sebo. Tale aumento può causare l'ostruzione del follicolo pilifero che oltre a riempirsi di sebo accumula al suo interno anche detriti cellulari. Questo fenomeno di accumulo e ostruzione favorisce l'insorgenza d'infiammazione e la conseguente comparsa del brufolo.
In molti casi, inoltre, l'infiammazione è accompagnata da infezioni sostenute da Propionibacterium acnes.

Fattori di Rischio per la Formazione dei Brufoli in Gravidanza

Purtroppo, non è possibile prevedere quali donne andranno incontro all'insorgenza di brufoli in gravidanza. Tuttavia, possono essere esposte a un maggior rischio di sviluppare il disturbo le future madri che:
• Possiedono una pelle mista o grassa;
• Hanno sofferto in passato di acne;
• Avevano la tendenza a sviluppare acne e brufoli prima e durante le mestruazioni.

Quali Sintomi Possono causare i Brufoli in Gravidanza?

Oltre al danno tipicamente estetico, i brufoli in gravidanza possono causare la comparsa di alcuni sintomi piuttosto fastidiosi. Fortunatamente, nella maggior parte dei casi, non si tratta di una sintomatologia grave.
Un sintomo tipico dei brufoli in gravidanza, così come dei brufoli in generale, è il prurito che può manifestarsi poco prima della comparsa del disturbo. Esso può talvolta evolvere in un dolore che si localizza nei punti esatti in cui i brufoli si svilupperanno.
Ad ogni modo, prurito e dolore possono perdurare anche dopo l'insorgenza dei brufoli in gravidanza, spesso associati ad arrossamento, gonfiore ed eventuale irritazione dovuta al grattamento o allo sfregamento delle aree interessate.

Complicazioni dei Brufoli in Gravidanza

In casi gravi, i brufoli in gravidanza potrebbero complicarsi dando origine a delle vere e proprie cisti. Qualora ciò dovesse verificarsi, è bene chiedere consiglio al proprio medico sul da farsi.

Possibili Cure e Trattamenti Contro i Brufoli in Gravidanza

Poiché, come affermato nel corso dell'articolo, i brufoli in gravidanza tendono a regredire spontaneamente nella maggioranza dei casi, spesso e volentieri non è necessario intervenire con alcun tipo di trattamento, ma è sufficiente mantenere una buona pulizia della pelle.
Nel caso in cui il disturbo si presenti in forma così grave da costituire un vero e proprio problema capace di influenzare negativamente la vita della paziente, invece, è necessario l'intervento del medico.
Tuttavia, il trattamento dei brufoli in gravidanza è molto difficoltoso, poiché molti dei farmaci normalmente impiegati per contrastare acne e brufoli sono controindicati durante la gestazione. In casi di assoluta necessità, il medico potrebbe comunque decidere di prescrivere alla futura madre l'uso di farmaci a base di perossido di benzoile.
Ad ogni modo, prima di assumere un qualsivoglia farmaco (anche se da banco) per la cura di acne e brufoli in gravidanza, è assolutamente necessario chiedere consiglio al proprio medico e/o al proprio ginecologo.
Care mamme dopo aver letto il nostro articolo vi consigliamo di visitare il nostro sito Luxurykids dove troverete tanti articoli per voi e per il vostro bambino.

Commenti

Nessun commento in questo momento!

Lascia il tuo commento

Domenica Lunedi Martedì Mercoledì Giovedi Venerdì Sabato Gennaio Febbraio Marzo Aprile Può Giugno luglio Agosto Settembre Ottobre Novembre Dicembre
  • Registrare

Nuovo Registro conti

Hai già un account?
Entra invece O Resetta la password